Trackback e dintorni

ok, da oggi in poi questo blog diventa due cose: il mio teacher portfolio, e il luogo dove mi metto a smanettare per imparare cose che non so ancora fare. Ad esempio, mentre cercavo di fare una cosa molto diversa, ovvero fare in modo che cliccando sul mio nome quando inserivo dei commenti nel blog di iamarf si arrivasse a questo blog, ho fatto una cosa completamente diversa, ovvero un trackback. Eccolo qua: http://iamarf.org/2013/04/14/bloggando-un-saluto-multimediale-se-funziona/.

Adesso, cliccando sul link qui sopra andate sul post in questione del blog del prof, mentre alla fine di quel post, c’è un trackback che rimanda qui. A che serve? In questo caso a ben poco, però è uno strumento potenzialmente molto utile. Infatti io posso citare un post di qualcuno e al tempo stesso da quel post che io ho citato i naviganti possono arrivare al mio blog.

Questo mi riconferma quello che ho sempre pensato: per imparare bisogna fare, senza avere paura di sbagliare. E poi si sa che anche i grandi scienziati spesso fanno scoperte straordinarie per puro caso oppure mentre cercano di fare tutt’altro. Non che voglia paragonare la mia scoperta a qualcosa di epocale, e però… non bisogna temere la tecnologia, e bisogna sempre sperimentare. Intanto, se cliccate sul famoso link qui sopra, vedrete il saluto multimediale di Andreas, dall’Appennino emiliano-romagnolo!

Advertisements

One thought on “Trackback e dintorni

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s