Pasticciare con i file di codice, atto terzo

Ecco che il prof pubblica qualche chiarimento in più su come aggeggiare sui file di testo utilizzando dei syntax highlighters. Mi scarico subito quello che il prof consiglia per il Mac, Text Wrangler, ed ecco come diventa tutto bello colorato il file oplm con i feed dei nostri blog:

Image

Ora sì che si vedono i pattern! Che soddisfazione!

Advertisements

5 thoughts on “Pasticciare con i file di codice, atto terzo

  1. ciao. L’ho fatto anch’io…ma a cosa serve? Cosa sono i pattern? avrai capito che sono una perfetta ignorante in materia! Se ti va, non mi dispiacerebbe ricevere un tuo aiuto. Grazie, Laurablack

    • Ciao Laurablacks,

      Serve, come scrive criszac68 nel <a href="http://iamarf.org/2013/04/20/racconti-ltis13/#comment-15537"commento 13 al post Racconti – #ltis13, a vedere che “…dietro ad ogni codice [del file OPML] c’è una persona in carne e ossa che è lì quotidianamente a mettersi in gioco per costruire questo originale villaggio.”

      I pattern sono motivi ripetuti, come nei maglioni tradizionali irlandesi: vedi un esempiodi pattern del Clan Doherty.

      Se clicchi sull’illustrazione di Luisella per ingrandirla, ti appariranno più chiari quei pattern del file OPML evidenziati da lei con la colorizzazione di Notepad++. Prima viene la persona, poi l’indirizzo di un feed di un suo blog, che (una volta il file OPML inserito in un reader) ti mostra in tempo reale quel che sta facendo questa persona in e per il laboratorio-villaggio #ltis13.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s