Regolamento per l’uso dell’iPad

A grande richiesta 😉 , pubblico il regolamento che utilizziamo nel nostro istituto per la classe 2.0 che abbiamo dall’a.s. 2012-2013.

REGOLAMENTO PER L’UTILIZZO DELL’IPAD 

Il presente regolamento si propone di regolare il servizio di comodato delle attrezzature didattiche necessarie per lo svolgimento del progetto Netclass.

Premesso che il tablet è uno strumento finalizzato all’attività didattica, a scuola come a casa, e che la sua proprietà rimane dell’ITCG Fermi, che lo consegna allo studente con la formula del comodato per l’anno scolastico 2012/2013, si stabiliscono le seguenti norme di utilizzo:

  1. Gli alunni si impegnano ad avere cura dello strumento, nonché restituirlo in buone condizioni al termine dello stesso anno scolastico, salvo il normale deperimento dovuto ad un corretto uso; saranno ritenuti responsabili di eventuali danneggiamenti dello stesso o di guasti che non siano attribuibili a difetti di funzionamento dell’apparecchio coperti da garanzia. Ogni Ipad è riconducibile all’alunno al quale è stato assegnato tramite il codice identificativo; ogni studente, per ovvi motivi, è tenuto a utilizzare unicamente ed esclusivamente il proprio IPad. In caso di trasferimento ad altra scuola, il tablet dovrà essere restituito nella confezione originale assieme a tutti gli accessori dati all’atto della consegna, che dovranno essere di norma tenuti a casa.

2.    Il periodo d’uso dell’Ipad termina, per gli studenti promossi alla classe successiva e per quelli respinti, con la conclusione gli scrutini di fine anno. Agli studenti che dovranno recuperare dei debiti formativi sarà consentito di mantenere le attrezzature fino al termine delle prove di recupero. In relazione alla possibile prosecuzione del progetto nelle successive classi II, l’ITCG Fermi potrà riassegnare nell’a.s. 2013/2014 agli stessi studenti della classe I coinvolta nel progetto Netclass le rispettive attrezzature informatiche utilizzate nel 2012/2013.

3.    Lo studente può utilizzare l’IPad, durante le ore di lezione, solamente per usi e scopi scolastici, così come indicato dagli insegnanti. E’ personalmente responsabile del materiale prodotto o visionato, dei danni eventualmente causati a terzi e delle violazioni di legge effettuate tramite l’utilizzo dell’IPad.

4.    I docenti hanno la facoltà, in qualunque momento, di accedere al dispositivo e ai dati trattati da ciascuno studente, comprese le navigazioni web e altri archivi. Potranno altresì procedere alla rimozione di file e applicazioni ritenuti pericolosi per la sicurezza e/o inadeguati al corretto utilizzo dello strumento.

5.    Lo studente, a casa, deve mettere in carica il tablet in modo da poterlo utilizzare a scuola senza cavi di alimentazione. La non ottemperanza a questa regola verrà considerata alla stregua della mancanza del libro di testo e sanzionata dall’insegnante.

6.    Lo studente dovrà avere cura del proprio IPad, adottando tutte le necessarie cautele sia in classe, sia durante le uscite dalla stessa, qualora sia necessario portarlo con sé. La scuola non si assume responsabilità per danni, smarrimenti o sottrazioni dovute all’incuria dello studente, che dovrà rispondere degli stessi economicamente. Tali indicazioni, ovviamente, valgono anche per l’uso domestico dello strumento.

7.    Lo studente non dovrà mai abbandonare il proprio Ipad né darlo in custodia ad altro studente. Per tutto il tempo di non utilizzo dell’Ipad, questo dovrà essere mantenuto dentro lo zaino. Ogni volta che lo studente si allontana dall’aula dovrà accertarsi che il proprio Ipad sia riposto nello zaino e quando vi rientrerà dovrà verificare che l’Ipad sia ancora al suo posto, divesamente dovrà immediatamente comunicare all’insegnante l’accaduto.

8.    Quando tutto il gruppo classe uscirà dall’aula, gli Ipad dovranno rimanere negli zaini e l’aula verrà chiusa a chiave dal docente.

9.    E’ vietato l’uso dell’applicazione della fotocamera e dei registratori audio/video se non autorizzato dall’insegnante in quanto rappresenta violazioni della privacy. In generale, per il corretto utilizzo dello strumento in tal senso, si fa riferimento al Regolamento, alle Normative scolastiche e alle Leggi nazionali a tutela della privacy.

10.  E’ vietata la diffusione del materiale didattico presente sull’IPad per il quale vi è diritto di proprietà e/o licenza della scuola o dei singoli docenti, se non dietro esplicita autorizzazione.

11.  L’Ipad sarà attivato con un unico ID Apple creato appositamente dalla scuola per l’intera classe, facente capo all’indirizzo .………... Tale indirizzo è utilizzabile esclusivamente dal coordinatore della classe per scambiare informazioni e comunicazioni con gli studenti e le relative famiglie.

12. L’utilizzo dell’IPad a scuola avviene, quando necessario, attraverso la connessione alla rete WiFi dell’Istituto, nelle modalità indicate dagli insegnanti. Qualunque uso della connessione che violi i Regolamenti scolastici e le Leggi civili e penali in merito è vietato, così come saranno sanzionati utilizzi non conformi alle disposizioni ricevute.

Ogni tentativo di forzare o manomettere la rete dell’Istituto e le sue protezioni sarà sanzionato come grave infrazione disciplinare e verrà denunciato all’autorità

giudiziaria.

13.  Gli studenti, nel caso fossero comparsi messaggi, informazioni o pagine che creano disagio, devono informare immediatamente gli insegnanti e i propri genitori.

14.  Durante l’utilizzo domestico dello strumento, gli alunni possono installare applicazioni e giochi, anche a pagamento, purché scaricati con un ID Apple personale. Il loro utilizzo a scuola, tuttavia, potrà essere inibito dai filtridella rete.

15.  Il presente Regolamento, qualora ritenuto necessario, potrà essere integrato da altre norme. In tale caso verrà data comunicazione scritta a studenti e famiglie.

Ricordiamo inoltre che per ragioni di opportunità e di rischi connessi all’uso della

comunicazione tecnologica, gli studenti non devono mai:

  • fornire informazioni personali quali nome, indirizzo di casa, numero di telefono o la scuola frequentata;
  • inviare a nessuno la propria foto;
  • comunicare a nessuno, per nessuna ragione, il numero di carta di credito o i dati bancari dei genitori;
  • fissare appuntamenti o incontri con persone conosciute attraverso la rete.

16.  Le violazioni al presente Regolamento saranno oggetto di provvedimenti disciplinari che, a giudizio del Consiglio di classe, possono andare dal richiamo scritto sul libretto, alla sospensione dello studente, alla temporanea inibizione all’uso dello strumento.

Ripetute e gravi inosservanze potrebbero comportare il ritiro definitivo dell’iPad.